16

Posted On June 25, 2012

Filed under Uncategorized

Comments Dropped 18 responses

Qui a km dagli epicentri, si cominciano a notare piccoli segni di voglia di ritorno alla normalità.
Sono sparite le tendine dal parco, per esempio.
Si torna a camminare per il centro.
Il centro commerciale ha di nuovo le porte automatiche funzionanti, invece che bloccate aperte.
Ma dentro di noi, nel privato delle nostre fortunate mura?
Abbiamo ancora la valigetta d‘emergenza davanti alla porta, un popolo di partorienti.
Passiamo la notte ancora in tuta, che non ci veda il vicino con il pigiama con le mucche.
Abbiamo ricominciato a dormire ma in tanti, in troppi, ci svegliamo ancora, con il cuore in gola.
Tutti, sempre, alle 4 di notte.

15

Posted On June 18, 2012

Filed under Uncategorized

Comments Dropped 9 responses

Non é escluso che sia tutto nella mia testa, come le scosse che continuo a sentire e sentivo anche in Irlanda, ma secondo me la gente é da un po di tempo meno inculenta.
Ci si saluta di più e ci si sorride anche fra sconosciuti, in fila alla cassa, sulla ciclabile, in piscina. Ciao, buon giorno, buona sera e buon we.
E fra amici ci si abbraccia un secondo di più, un pizzico più forte, su brinda con un vi voglio bene.
Niente di meglio che sentirsi sfiorati dalla tragedia per amare di più il proprio mondo e tutto quello e quelli che poco o tanto ne fanno parte.
Ps: andava bene anche un mega nodo al fazzoletto della comunità, grazie.

14

Posted On June 14, 2012

Filed under Uncategorized

Comments Dropped 4 responses

Com‘é che una vacanza tanto voluta e voluta da tanto perde appeal?
Quando si parte con un peso sul cuore, fatto di macerie di case, industrie e monumenti caduti a due passi da casa.
Quando si lasciano a casa parenti incoscienti o spaventati, amici in fuga dalla città, vicini che dormono in auto o al parco.
Quando te ne vai consapevole che non potresti fare granché, ma sentendoti in colpa comunque.
Quando la terra continua a tremare e tu continui a sentirla nelle gambe, nello stomaco, nella testa anche a migliaia di km di distanza.